Most Popular

Così la riforma della custodia ha salvato gli espulsi da Alfano
"Appare evidente che il legislatore abbia voluto, con la modifica introdotta, prevedere che un eventuale pericolo di reiterazione della condotta ... ...






Quel blitz buonista che candida i migranti

Rated: , 0 Comments
Total hits: 3
Posted on: 02/14/18
La chiamano "guerrilla marketing" e in genere viene usata per sorprendere e spingere un prodotto- un marchio, un film, una serie tv, un servizio e chi più ne ha, più ne metta - stupendo con qualcosa di insolito piazzato tra le vie della città.Ma stavolta la "guerrilla" ha il volto di alcuni stranieri, in posa sui cartelloni elettorali e lo slogan "Vota per me". Sotto, alcune righe spiegano cosa c'è dietro: "Questa è la nostra risposta alla violenza verso i migranti che già prima dei fatti di Macerata ha caratterizzato la campagna elettorale", si legge - come racconta La Stampa - sui manifesti, "Una campagna in cui tutti i partiti hanno strumentalizzato in una direzione o nell'altra il ruolo degli extracomunitari, scegliendo la semplificazione come caratteristica fondamentale del loro linguaggio".L'iniziativa fa capo a un gruppo di artisti guidati da Gianluca Vassallo - che ha rivendicato il raid su Facebook - e nella scorsa notte alcuni uomini incappucciati hanno effettuato un "blitz" in diverse città d'Italia per attaccare i poster nello spazio riservato ai manifesti elettorali.




>>

Comments
There are still no comments posted ...
Rate and post your comment