Most Popular

Così la riforma della custodia ha salvato gli espulsi da Alfano
"Appare evidente che il legislatore abbia voluto, con la modifica introdotta, prevedere che un eventuale pericolo di reiterazione della condotta ... ...






L'incredibile scoperta di un 13enne: è il tesoro del re vichingo "Dente Azzurro"

Rated: , 0 Comments
Total hits: 8
Posted on: 04/17/18
Un archeologo dilettante e un 13enne curioso. Armati di metal detector, stavano battendo palmo palmo un angolo dell'isola di Rugen, nella Germania del nord. Lo strumento suona, rileva una presenza. I due scavano, tirano fuori qualcosa che luccica. Sarà un pezzo di alluminio senza valore, pensano. E invece no. Il pezzo d'alluminio è in realtà argento, vecchio di mille anni, e fa parte di un bottino di 600 monete, perle, spille, anelli, persino un martello di Thor: il tesoro di Aroldo I di Danimarca, detto "Dente azzurro". "Una scoperta unica nel suo genere", come l'ha definita la squadra di archeologi del Meclemburgo-Pomerania che ha condotto lo scavo dopo la segnalazione.È gennaio quando René Schoen e il suo studente, Luca Malaschnitschenko, fanno l'inattesa scoperta. Da lì lo scorso fine settimana è partita un'operazione ufficiale delle autorità archeologiche tedesche, che si è concentrata su un'area di 400 metri quadrati. Gli scavi hanno portato alla luce il patrimonio appartenente al sovrano che regnò tra il 958 e il 986 sull'attuale Danimarca, sul Nord della Germania, sulla Svezia meridionale e su parte della Norvegia. Un tesoro probabilmente nascosto dal suo entourage dopo una sconfitta sul campo."Dente azzurro" - questo il suo soprannome, derivato dall'usanza di colorarsi i denti prima di andare in battaglia è una figura di cui si racconta sui libri di storia, ma non solo. Aroldo, infatti, non è solo il re che, voltando le spalle alla tradizione vichinga, introdusse il cristianesimo tra i suoi sudditi e unificò il frammentario regno di Danimarca sia dal punto di vista religioso che da quello politico.Il re danese è anche colui a cui è dedicato il Bluetooth, la tecnologia che ci permette di scambiare contenuti a distanza su smartphone e pc. Alla Ericsson, dove è stata sviluppata, hanno ritenuto che fosse un nome adatto per un protocollo capace di mettere in comunicazione dispositivi diversi. Proprio come Aroldo fece dialogare i popoli scandinavi.




>>

Comments
There are still no comments posted ...
Rate and post your comment