Most Popular

Così la riforma della custodia ha salvato gli espulsi da Alfano
"Appare evidente che il legislatore abbia voluto, con la modifica introdotta, prevedere che un eventuale pericolo di reiterazione della condotta ... ...






La Svizzera sequestra beni e stipendio ai rifugiati per coprire i costi dell'accoglienza

Rated: , 0 Comments
Total hits: 29
Posted on: 01/15/16
Se eravate rimasti colpiti dalla proposta della Danimarca di confiscare i beni di valore ai migranti per coprire le spese dell'asilo, non siate stupiti. La vicina Svizzera lo fa già da anni.A svelarlo è stata ieri sera l'emittente elvetica SRF, che ha ricordato come anche il governo federale di Berna imponga ai richiedenti asilo la consegna di tutti i beni di valore superiore ai mille franchi (al cambio attuale, circa mille euro ndr). La Segreteria di Stato alla Migrazione ha spiegato infatti che le leggi elvetiche esige da chi presenta domanda di asilo sotto le bandiere rossocrociate un contributo ai costi del soggiorno e dell'assistenza sociale."Se una persona se ne va di sua volontà entro sette mesi, potrà recuperare il suo denaro. In caso contrario esso coprirà le spese", spiegano dalla Segreteria di Stato. In televisione è stata inoltre mostrata una ricevuta che un siriano ha ricevuto dopo aver ceduto alle autorità svizzere la somma di contante stabilita dalla legge.Ma non è tutto. Una volta ottenuta la residenza in Svizzera, i profughi dovranno versare il 10% del reddito allo Stato per dieci anni, fino a un massimo di 15.000 franchi. Questo sempre per coprire i costi delle procedure d'asilo e restituire il denaro speso per i costi dell'assistenza sociale.La scorsa settimana un'analoga proposta della Danimarca aveva suscitato polemiche furibonde, con molti osservatori internazionali che avevano paragonato la soluzione del governo di Copenhagen alla confisca dei beni degli ebrei da parte dei nazisti all'interno dei lager. @giovannimasini




>>

Comments
There are still no comments posted ...
Rate and post your comment