Most Popular

Cos la riforma della custodia ha salvato gli espulsi da Alfano
"Appare evidente che il legislatore abbia voluto, con la modifica introdotta, prevedere che un eventuale pericolo di reiterazione della condotta ... ...






La campagna delle donne musulmane: Basta molestie sessuali in moschea

Rated: , 0 Comments
Total hits: 7
Posted on: 02/14/18
Una campagna antiviolenza tutta interna al mondo musulmano. Da qualche giorno sui social network impazza l'hashtag #MosqueMeeToo, con cui migliaia di donne di religione islamica nei quattro angoli del pianeta denunciano molestie e violenze sessuali subite sui luoghi di preghiera e in particolare durante il pellegrinaggio - obbligatorio per un musulmano osservante - alla Mecca.Fra le prime a lanciare questa campagna la giornalista egiziana naturalizzata statunitense Mona Eltahawy, nota per le sue posizioni progressiste in difesa dei diritti e dell'emancipazione delle donne. L'hashtag modellato su quello della ben pi famosa campagna #MeToo, lanciata a ottobre dello scorso anno per protestare contro le molestie alle donne a partire da quelle denunciate da decine di attrici e donne dello spettacolo.Le donne musulmane che denunciano la violenza raccontano soprattutto di esperienze sgradevoli - quando non di vere e proprie molestie, o addirittura violenze - vissute fra la folla oceanica che ogni anno si riversa alla Mecca per rendere omaggio ai luoghi dove Maometto nacque e visse e dove ogni anno si riversano ben due milioni di fedeli.L'hashtag stato twittato ben 2000 volte nelle prime 24 ore dal lancio ed rapidamente entrato nei trending hashtags in Iran, dove particolarmente popolare. Nonostante si tratti di una campagna di impegno civile, la Eltahawy denuncia che le risposte di molti uomini musulmani sono sconsolanti."Sto ricevendo queste risposte - scrive in un tweet - Sei troppo brutta per essere molestata; ti pagano per denunciare; vuoi fama o attenzione; vuoi distruggere l'islam; vuoi gettare una cattiva luce sugli uomini musulmani; sei una sgualdrina". Per fortuna c' anche chi raccoglie l'iniziativa con maggior favore e moltissime donne in tutto il mondo stanno cogliendo l'occasione per denunciare. Anche se il lavoro da fare ancora tanto.




>>

Comments
There are still no comments posted ...
Rate and post your comment